Interrogazione a risposta scritta 4-10940

Interrogazione a risposta scritta 4-10940

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-10940
presentato da
LICATINI Caterina
testo di
Martedì 14 dicembre 2021, seduta n. 614

 — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. — Per sapere – premesso che:

il coordinatore per l'esecuzione dei lavori e il coordinatore per la progettazione sono delle figure stabilite dalla legge a cui sono attribuiti compiti di coordinamento e verifica del rispetto delle norme di sicurezza e salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro;

tali figure sono state istituite, in particolare, dal decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 494, recante «Attuazione della direttiva 92/57/CEE concernente le prescrizioni minime di sicurezza e di salute da attuare nei cantieri temporanei o mobili»; oggi la disciplina in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, a seguito del riordino della normativa, è contenuta nel disposto del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, recante «Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro»;

tra i requisiti professionali che tali figure dovrebbero possedere non rientra il corso di laurea in tecniche della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro (Tpall), né nell'attuale disciplina né in quella previgente, in quest'ultimo caso poiché la stessa figura del tecnico doveva ancora essere istituita con il successivo decreto del Ministro della sanità del 17 gennaio 1997, n. 58;

all'articolo 98 del Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro, infatti, tra i requisiti necessari per acquisire la qualifica di coordinatore per la progettazione e di coordinatore per l'esecuzione dei lavori, non viene menzionata la laurea in tecniche della prevenzione (U/SNT4), nonostante le competenze e le esperienze maturate da chi possiede questo titolo risultino rilevanti sia nel settore pubblico sia in quello privato;

la laurea in tecniche della prevenzione è, peraltro, abilitante al ruolo di Responsabile del servizio di prevenzione e protezione sui luoghi di lavoro (Rspp), professionista esperto in materia di sicurezza sul lavoro che offre una formazione specializzata all'interno di aziende, enti pubblici e altro e che indica, a seguito dell'individuazione dei fattori di rischio e della loro valutazione, le misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, nel rispetto della normativa vigente e sulla base della specifica conoscenza dell'organizzazione aziendale;

inoltre, l'importanza del tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro è stata evidenziata dal periodo segnato dalla pandemia e il suo ruolo continuerà ad essere fondamentale, appunto, per prevenire situazioni di rischio e mantenere alta la sicurezza nei luoghi in cui sono espletate le attività quotidiane, andando oltre lo svolgimento di meri controlli-:

alla luce dei motivi sopra esposti, se il Ministro interrogato intenda assumere iniziative per modificare l'impianto normativo esistente, al fine di aggiungere la laurea in tecniche della prevenzione tra i requisiti richiesti per l'espletamento del ruolo di coordinatore per la progettazione e di coordinatore per l'esecuzione dei lavori.

Condividi

Carrello